Regolamento Interno dei Soci (Allegato B)

ART. 01

Fatte salve le norme generali contenute nello Statuto, si redige il Regolamento interno dell'Associazione “LIBRERIE INDIPENDENTI RIUNITE”.

ART. 02

Gli Associati riconoscono come Autorità dei Librai Indipendenti Riuniti il Consiglio Direttivo e il Presidente. I librai appartenenti a questa Associazione si impegnano a rispettare quanto stabilito e scritto dallo Statuto.

ART. 03

Il Socio, presentando regolare domanda di iscrizione, si impegna, moralmente e materialmente, ad attenersi al presente regolamento, fatte salve rare eccezioni presentate per iscritto o per e-mail al Consiglio Direttivo.

ART. 04

Il Socio è tenuto a mantenere all'interno dell'Associazione un comportamento irreprensibile al fine di salvaguardare l'immagine della stessa. In particolar modo:
1) Improntare il proprio comportamento alla massima serietà e impegno;
2) Osservare rigorosamente riservatezza su quanto udito, visto o fatto all’interno dell’associazione con contatti esterni, se non autorizzato.
3) L'opera prestata dai Soci nei confronti dell'Associazione è completamente gratuita.

ART. 05

E' assolutamente vietato al socio d’intraprendere iniziative personali o private in nome e per conto dell’Associazione o per trarne dei benefici economici personali (per esempio in merito alla scontistica con i fornitori, o formando gruppi di acquisto).
Il socio, anche se prescelto dall’assemblea per farsi portavoce di una iniziativa comune, ha il dovere e l’obbligo di svolgere questo incarico insieme ad un componente del Consiglio Direttivo. Se questa condizione non verrà rispettata l’incarico decadrà automaticamente e l’iniziativa non potrà avere seguito. In questi casi sia il socio che il Consiglio Direttivo sono tenuti a dare ampie spiegazioni sul loro operato e sulle loro decisioni a tutti i soci nell’Assemblea.

IL PRESIDENTE

ART. 06

Durante l’Assemblea, il Presidente Assembleare concederà la parola agli aventi diritto per avanzare proposte inerenti all'argomento in discussione.

ART. 07

I Soci, pur avendo ampio diritto di opposizione in sede Assembleare e nel rispetto delle opinioni reciproche, si asterranno dal fare commenti che possano ledere l'autorità e l'immagine del Consiglio Direttivo e di tutti gli altri soci.

I SOCI

Gli Associati possono avere le qualifiche di Soci Fondatori, Soci Ordinari, Soci Onorari. I Soci Fondatori sono i firmatari dell'atto di costituzione dell'Associazione. I Soci Ordinari sono le persone fisiche interessate alle attività e agli scopi previsti dallo Statuto. Il Socio Onorario è colui che - persona fisica o giuridica, condivide gli scopi dell’associazione, e può contribuire al raggiungimento degli scopi stessi.

ART. 08

La qualifica di Socio dell'Associazione si acquisisce all'atto dell'accettazione della domanda di iscrizione da parte del Consiglio Direttivo. La quota d’ingresso all'Associazione dovrà essere versata all'atto della consegna della domanda. Il modello di domanda è disponibile sul sito dell’associazione.

ART. 09

Il consiglio Direttivo può scegliere uno o più soci , sulla base delle loro specifiche competenze, per portare a termine un determinato incarico.

ART. 10

I Soci che tengono una condotta non conforme alle disposizioni del presente Regolamento incorrono nelle seguenti sanzioni:
a. Richiamo scritto
b. Espulsione dall’Associazione.

ART. 11

I provvedimenti disciplinari di cui all’art. 10, commi a e b, sono di competenza del Consiglio Direttivo. Tali provvedimenti dovranno essere deliberati, a seguito di giustificata motivazione, dal Consiglio in seduta chiusa con la presenza della persona interessata.

ART. 12

Avverso l'ammonizione scritta è ammesso ricorso, da presentarsi per iscritto entro 30 giorni e da inviare al Consiglio Direttivo.

ART. 13

L'espulsione viene inflitta per: a. Violazioni degli articoli dello Statuto dell'Associazione e degli allegati;
b. Richiesta, da parte del Socio, di compensi in relazione ai servizi resi;

ART. 14

Il Socio dovrà astenersi dal rilasciare dichiarazioni a persone estranee all'Associazione in quanto è compito del Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo, è l'unico organo abilitato ad esternare informazioni sulla vita Associativa.

ART.15

Il Presidente dell'Assemblea, data lettura dell'ordine del giorno, coordinerà l'intervento di chi vorrà intervenire. Ogni punto dell'ordine del giorno sarà introdotto dal Segretario. Terminata la presentazione si procederà alla discussione. Il Socio dichiara di aver letto e accettato integralmente tutti i punti dell’Atto Costitutivo e tutti gli articoli che regolano Lo Statuto e Il Regolamento Interno dei Soci.

L.I.R. Copyright © 2016. / Credits Marilisa Bragazzi